“La silenziosa attesa”

RICERCHE E PRATICHE SU ALTRE REALTÀ E ALTRI STATI DI COSCIENZA

In questo volume sono raccolte teorie e pratiche sugli stati modificati di coscienza e sulle realtà multiple. Nella prima parte è proposta un ricerca scritta a quattro mani su ayahuasca e psicologia del profondo, volta a presentare la realtà come costruzione culturale e dunque multipla, introducendo il concetto di emergente e la distinzione tra campo del reale, campo dell’immaginario e campo del simbolico. Essa è corredata da una specifica postfazione di Francesco Bifo Berardi e associata al resoconto di un’esperienza di setting psicoterapeutico con persone che avevano assunto psichedelici o piante maestre. La seconda parte, nel quadro della concezione operativa di gruppo sviluppata dal Centro di studi e ricerche José Bleger, raccoglie alcuni saggi brevi sui metodi di ricerca relativi agli stati modificati di coscienza. Appositi capitoli sono dedicati al concetto di ‘ospitalità’ riguardato alla luce della attuali politiche migratorie; all’emergenza del sacro; alla formazione; alla ricerca-azione; alla salute mentale, dove i gruppi terapeutici e di apprendimento possono produrre effetti di cambiamento nelle istituzioni. Filo conduttore di questi temi è l’interpretazione dei molteplici stati di coscienza e delle diverse realtà come flussi deterritorializzati e decodificati circolanti nell’ambito globale. E pertanto il volume si configura come un contributo al cantiere collettivo per la costruzione di una coscienza altrettanto globale, smascherando la psichiatrizzazione e la criminalizzazione del disagio sociale. 


LEONARDO MONTECCHI, psichiatra, psicoterapeuta, è direttore della scuola di prevenzione José Bleger di Rimini. Nelle collane di Sensibili alle foglie ha pubblicato: Implicazione (2012); con Paolo Pagliai, Cambiare il mondo (2014); Interpretazione (2017) e  L’ombra dell’Angelo (2021).

ANNALISA VALERI, psicologa e psicoterapeuta, è ricercatrice e docente della scuola Bleger. Attualmente svolge un dottorato in antropologia medica sull’utilizzo dell’ayahuasca nelle situazioni di psicosi. Ha collaborato a varie pubblicazioni sia nel campo della psicoterapia che della psichedelia applicata alla cura dei disturbi mentali. 

CHI SIAMO

Siamo una cooperativa di produzione e lavoro dal 1990. Proponiamo un modo di cercare, di porre domande sui vissuti, sui dispositivi totalizzanti,  sulle risposte di adattamento e sulle risorse creative delle persone che li attraversano.

NEWSLETTER